La nuova canzone di Napoli parte da Sanremo per girare il Paese

di Tiziana Pavone

SANREMO. E´ la legittima ambizione di SanremoCantaNapoli che, per la quarta volta nella sua breve storia, tenterá, con 20 Nuovi Talenti napoletani e non, di raggiungere l’obiettivo di lanciare una canzone da proiettare nel futuro della musica italiana. 

Tutti i giovani talenti, al di sotto dei 32 anni, si stanno preparando per arrivare a Sanremo, con la speranza di riuscire ad entrare nei 5 eletti vincitori e farsi notare in televisione. 

Ed è già una fortuna che la tv italiana trasmetta nuove opere musicali oltretutto partenopee, presentate da ragazzi anonimi (per ora, certo). 

Tutti scelti da una Commissione musicale formata da professionisti e dal maestro Adriano Pennino, che ha avuto la pazienza di ascoltarne una cinquantina, tra cui molti scartati per motivi diversi e perché si era deciso di limitare le presenze a 20. 

Dunque in queste settimane che precedono il 13/14/15 settembre, i semifinalisti sono in studio per preparare i provini del brano inedito e quello edito: di quest’ultimo ne canteranno solo un minuto e mezzo. Una proposta della Giuria di Qualitá che vuole ascoltare le singole musicalitá anche nella lingua italiana. 

Al termine della serata finale, cinque di questi Talenti si aggiudicheranno una piccola Borsa di Studio offerta dal Presidente dell’Azienda Stosa Cucine, mentre tutti riceveranno una pergamena firmata da Alberto Biancheri, Sindaco della cittá a ricordo di questa esperienza sanremese.

Nella foto, i conduttori storici Miriam Candurro, Massimo Proietto con il Patron Ilio Masprone

www.sanremocantanapoli.eu