Sanremo Mangia Napoli: sfida tra Pesto e Pummarola?

La proposta al vaglio del CDA del Casinò Covid 19 permettendo

Di Katia Ferrante

NAPOLI. Sarà una “sfida” all’ultimo piatto tra il Pesto genovese e il Pomodoro partenopeo, quella che si dovrebbe disputare nel Salone Liberty al primo piano del Casinò di Sanremo, in concomitanza con la terza edizione del SanremoCantaNapoli e il concorso Sanremo Junior di Paolo Alberti sempre dal Teatro dell’Opera. Un ideale e ipotetico gemellaggio enogastronomico tra Regione Liguria e Regione Campania, allo scopo di far apprezzare al pubblico le due cucine: non sarà un confronto diretto, ma una gustosa “rassegna” di prodotti DOC e DOP con ottime degustazioni e la possibilità di prenotazione degli stessi prodotti regionali, che arriverebbero poi direttamente nella case degli ordinanti.

L’iniziativa era stata messa in cantiere l’anno scorso, ma quest’anno verrà invece realizzata, sempre che il Casinò dia la sua disponibilità come annunciato verbalmente, sempre che le circostanze sanitarie lo consentano. Questa è una iniziativa che nasce con la collaborazione dell’Associazione Cultura & Comunicazione di Ilio Masprone, e la SanremointheWorld di Manuela Poletti e Renata Rivella, mentre si sta ipotizzando la partecipazione del MOAC, visto che l’edizione d’agosto è stata rinviata. Se Sanremo Mangia Napoli si dovesse realizzare, sarà aperto al pubblico che avrà a disposizione un Carnet da acquistare per le degustazioni, ad un costo promozionale. Il Salone Liberty sarebbe opportunamente attrezzato per l’esposizione dei prodotti che saranno in “bella vista”, a disposizione del visitatore italiano e straniero. Altri dettagli sul sito: www.sanremocantanapoli.eu e/o sulle pagine Facebook di Radio Sanremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *